Prossimi appuntamenti

Da domani 26 aprile riapriranno al pubblico la maggior parte dei siti archeologici e museali della Campania. Noi di Culturafelix siamo a vostra disposizione per visitare insieme questi luoghi per troppo tempo chiusi al pubblico.

Restiamo invece sempre a vostra per organizzare passeggiate sul territorio nel rispetto di ogni norma anticovid (uso della mascherina e gruppi di 10 persone).

Vi ricordiamo la nostra mail info@culturafelix.it e il nostro numero di telefono 3334338049.

 

Pompei

Pompei può dirsi l’unico sito archeologico che ci restituisce l’immagine di una città romana nella sua interezza. L’itinerario illustra esempi di edilizia pubblica e privata come il Foro, centro monumentale, con i suoi edifici a carattere amministrativo, commerciale e religioso; le Terme, le principali arterie cittadine come via dell’Abbondanza con le botteghe che afferiscono, i teatri,  alcuni tipologie di dimore patrizie e l’anfiteatro con la Palestra grande; e testimonia in questo modo gli aspetti della vita quotidiana negli anni precedenti l’eruzione.

Durata percorso: in base alle singole richieste

Complesso termale di Baia

L’antica Baiae, famosa per la presenza di acque termali e per la bellezza del paesaggio, fu luogo di villeggiatura e di riposo dell’aristocrazia romana. L’itinerario proposto porterà alla scoperta di questo imponente complesso archeologico che racchiude i resti di residenze patrizie e di impianti termali di epoca imperiale (I-IV sec. d.C.), scenograficamente disposti su ampie terrazze digradanti verso il mare. Il percorso, partendo dalla panoramica villa dell’Ambulatio, complesso residenziale di notevoli dimensioni, continuerà lungo il settore di Sosandra caratterizzato da una scenografica esedra-ninfeo, per giungere poi al settore di Venere ed infine nell’area cosiddetta di Mercurio dove si erge l’imponente cupola del Tempio dell’eco, in realtà aula a destinazione termale.

Durata percorso: 1 h e 30’; è possibile abbinare la visita al Castello di Baia e i biglietti per il parco archeologico vanno acquistati presso la biglietteria del castello.